acqua idrogenata riduce i livelli sierici di colesterolo LDL e migliora la funzione HDL nei pazienti con potenziale sindrome metabolica

L’acqua ricca di idrogeno riduce i livelli sierici di colesterolo LDL e migliora la funzione HDL nei pazienti con potenziale sindrome metabolica.

Song G 1 , Li M , Sang H , Zhang L , Li X , Yao S , Yu Y , Zong C , Xue Y , Qin S.

1Laboratorio chiave di aterosclerosi nelle università di Shandong, Shandong, Cina.

Astratto

Abbiamo scoperto che l’idrogeno (diidrogeno; H2) ha effetti benefici ipolipemizzanti nei criceti dorati siriani ricchi di grassi. L’obiettivo di questo studio era di caratterizzare gli effetti dell’acqua ricca di idrogeno H2 (0,9-1,0 l acqua idrogenata / giorno) sul contenuto, sulla composizione e sulle attività biologiche delle lipoproteine ​​sieriche su 20 pazienti con potenziale sindrome metabolica.

L’analisi del siero ha mostrato che il consumo di acqua ricca di H2/acqua idrogenata per 10 settimane ha determinato una riduzione dei livelli sierici di colesterolo totale (TC) e LDL-colesterolo (LDL-C).

L’analisi Western blot ha rivelato una marcata riduzione dell’apolipoproteina (apo) B100 e dell’apoE nel siero. Inoltre, abbiamo scoperto che acqua idrogenata  H2 ha migliorato significativamente la funzionalità HDL valutata in quattro modi indipendenti, vale a dire,

  1. protezione contro l’ossidazione delle LDL,
  2. inibizione dell’adesione dei monociti indotta dal fattore di necrosi tumorale (TNF) alle cellule endoteliali,
  3. stimolazione del colesterolo efflusso da cellule di schiuma di macrofagi e
  4. protezione delle cellule endoteliali dall’apoptosi indotta da TNF-α.

Inoltre, abbiamo riscontrato che il consumo di acqua ricca di H2 / acqua idrogenata ha comportato un aumento del superossido dismutasi enzimatico antiossidante e una diminuzione delle sostanze reattive all’acido tiobarbiturico in siero intero e LDL. In conclusione, l’integrazione con acqua ricca di H2/acqua idrogenata sembra diminuire i livelli sierici di LDL-C e apoB, migliorare le funzioni HDL danneggiate dalla dislipidemia e ridurre lo stress ossidativo e può avere un ruolo benefico nella prevenzione della potenziale sindrome metabolica.

PMID: 23610159 PMCID: PMC3679390 DOI: 10,1194 / jlr.M036640

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.