Archivi tag: patients

acqua ionizzata alcalina migliora il danno delle cellule T nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale con emodialisi cronica

SFONDO:

Il danno alle cellule T dovuto all’aumento dello stress ossidativo nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale (ESRD) sottoposti a emodialisi cronica (HD) ha portato all’aumento dell’apoptosi delle cellule T e all’alterazione dei marker di superficie e del rapporto Th1 / Th2 nei linfociti T CD4 (+) . L’acqua antiossidante elettrolizzata  acqua ionizzata alcalina  (ERW) è stata utilizzata come dializzato nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale  ESRD sottoposti a HD emodialisi cronica per testare l’apoptosi delle cellule T correlata allo stress ossidativo, le alterazioni dei marker di superficie e il profilo delle citochine intracellulari.

METODI:

Abbiamo valutato la formazione di apoptosi mediante annessina V, marker di superficie correlati a CD25 e rapporto citochinico di Th1 / Th2 nei linfociti T CD4 (+) e Tc1 / Tc2 in linfociti T CD8 (+) di 42 pazienti con malattia renale allo stadio terminale ESRD emodializzati con  acqua ionizzata alcalina  ERW per 1 anno.

RISULTATI:

Rispetto a 12 soggetti sani, i pazienti con ESRD presentavano più apoptosi a cellule T e meno cellule T CD3 (+), CD4 (+) e CD8 (+) e fenotipi CD25 / CD69 / CD94 / CD3 (+) al basale. Bassi livelli intracellulari di IL-2 e IFN-gamma nelle cellule Th1 / CD4 (+) e Tc1 / CD8 (+) e livelli intracellulari di IL-4, IL-6 e IL-10 più alti nei Th2 / CD4 (+) e Le cellule Tc2 / CD8 (+) sono state anche osservate nei pazienti con ESRD. Dopo un trattamento con acqua ionizzata alcalina  ERW di 1 anno, i pazienti hanno mostrato una diminuzione dell’apoptosi delle cellule T e un aumento del numero di cellule CD3 (+), CD4 (+) e CD8 (+) e dei fenotipi CD25 / CD69 / CD94 / CD3 (+) in le cellule T. I livelli intracellulari di IL-2 e IFN-gamma nelle cellule Th1 / Tc1 sono aumentati in modo significativo (P <0,05) e sono diminuiti i livelli intracellulari di IL-4, IL-6 e IL-10 nelle cellule Th2 / Tc2. Inoltre, i rapporti di citochine Th1 / Th2 e Tc1 / Tc2 sono stati migliorati verso uno stato normale.

CONCLUSIONE:

Il trattamento acqua ionizzata alcalina ERW di un anno ha migliorato efficacemente l’apoptosi delle cellule T, i marcatori di superficie correlati al CD25 alterati e il profilo delle citochine intracellulari nei pazienti con emodialisi cronica.

PMID:  20190245  DOI:  10.1093 / NDT / gfq082
 Agosto 2010; 25 (8): 2730-7. doi: 10.1093 / ndt / gfq082. Epub 2010, 26 febbraio.
Il dializzato in acqua a riduzione elettrolitica migliora il danno delle cellule T nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale con emodialisi cronica.
Dipartimento di medicina di famiglia, National Taiwan University College of Medicine e National Taiwan University Hospital, Taipei, Taiwan.

acqua idrogenata migliora il metabolismo dei lipidi e del glucosio nei pazienti con diabete di tipo 2 o ridotta tolleranza al glucosio

La supplementazione di acqua idrogenata / ricca di idrogeno migliora il metabolismo dei lipidi e del glucosio nei pazienti con diabete di tipo 2 o ridotta tolleranza al glucosio.

1Kajiyama Clinic, Kyoto 615-0035, Giappone.

Lo stress ossidativo è ampiamente riconosciuto come associato a vari disturbi tra cui diabete, ipertensione e aterosclerosi. È noto che l’idrogeno ha un’azione riducente.

Abbiamo quindi studiato gli effetti dell’assunzione di acqua idrogenata / acqua ricca di idrogeno sul metabolismo dei lipidi e del glucosio nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 (T2DM) o ridotta tolleranza al glucosio (IGT).

Abbiamo condotto uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, crossover su 30 pazienti con T2DM controllato dalla dieta e terapia fisica e 6 pazienti con IGT. I pazienti hanno consumato 900 mL / d di acqua pura ricca di idrogeno / acqua idrogenata  o 900 mL di acqua pura placebo per 8 settimane, con un periodo di washout di 12 settimane. Diversi biomarcatori di stress ossidativo, insulino-resistenza e metabolismo del glucosio, valutati con un test di tolleranza al glucosio orale, sono stati valutati al basale e a 8 settimane.

L’assunzione di acqua idrogenata / acqua ricca di idrogeno è stata associata a una significativa riduzione dei livelli di colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL) modificato (ovvero, modifiche che aumentano la carica negativa netta di LDL), LDL a bassa densità e 8-isoprostane urinarie del 15,5% (P <.01), 5,7% (P <.05) e 6,6% (P <.05), rispettivamente.

L’assunzione di acqua idrogenata / acqua ricca di idrogeno è stata anche associata a una tendenza a ridurre le concentrazioni sieriche di LDL ossidato e acidi grassi liberi e ad aumentare i livelli plasmatici di adiponectina e superossido dismutasi extracellulare. In 4 su 6 pazienti con IGT, l’assunzione di acqua idrogenata / acqua ricca di idrogeno ha normalizzato il test di tolleranza al glucosio orale.

 In conclusione, questi risultati suggeriscono che l’integrazione con acqua idrogenata / acqua ricca di idrogeno può avere un ruolo benefico nella prevenzione del T2DM e della resistenza all’insulina.

PMID:  19083400
DOI: 10.1016 / j.nutres.2008.01.008

 2008 marzo; 28 (3): 137-43. doi: 10.1016 / j.nutres.2008.01.008.